Sviluppo estero di un Gruppo industriale italiano

Acquisizione di una società australiana e sua integrazione nel gruppo

Problema

Un importante Gruppo industriale italiano, attivo in Italia e all’estero nel settore arredamento casa, decide di acquisire il proprio distributore in Australia. Deve però concludere la procedura di acquisizione e successivamente integrare la società estera nel Gruppo.

Il processo di integrazione non si presenta né semplice né scontato perché la società target opera in piena autonomia e con successo sul mercato locale da oltre 20 anni e commercializza anche prodotti di altri produttori, europei e cinesi, attraverso complessi accordi di fornitura.

Gli obiettivi del Temporary Manager

CONTRACT MANAGER viene contattata per seguire il Gruppo nell’attività di acquisizione e per presidiare l’avvio dell’attività in loco. Uno dei partner di CONTRACT MANAGER si rende disponibile a trasferirsi immediatamente a ventimila chilometri di distanza per dedicarsi interamente al progetto, affrontando non solo difficoltà logistiche e normative ma anche le particolari consuetudini del mercato australiano.

Gli obiettivi assegnati al temporary manager sono i seguenti:

  • presidiare la procedura di acquisizione fino al closing
  • validare le due diligence effettuate e seguire quelle in corso
  • evitare l’applicazione delle clausole sospensive o risolutive dell’accordo preliminare
  • mantenere un buon rapporto con i dipendenti e il personale di vendita e con i principali clienti per non avere effetti negativi sul fatturato
  • integrare la società australiana nel Gruppo e crearne una nuova in Nuova Zelanda>/li>.
Le attività svolte dal temporary manager

Il nostro temporary manager, prima della trasferta in Australia, ha impiegato qualche giorno presso la Holding Italiana del Gruppo per la condivisione dei dati e dei documenti relativi alla società da acquisire e per predisporre un programma operativo da attuare immediatamente al suo arrivo a destinazione.

Arrivato in Australia si è focalizzato sul processo di acquisizione in corso, interagendo con i legali e i professionisti locali e completando la documentazione necessaria. Ha quindi coordinato le operazioni inventariali e tutte quelle prodromiche al closing, ha dato la necessaria assistenza alla
chiusura dell’operazione e alle attività successive come, ad esempio, la determinazione dei conguagli (adjustments).

Il successivo screening commerciale e di mercato ha permesso l’attivazione e il consolidamento dei contatti con i principali clienti e con la forza vendita distribuita su tutto il vasto territorio.

Il temporary manager ha condotto in prima persona le trattative con tutti i dipendenti e i venditori diretti e con tutti gli agenti fino al perfezionamento di tutti gli accordi contrattuali. Ha trattato personalmente anche con i fornitori di beni e servizi per la revisione e, in molti casi, il miglioramento dei relativi accordi contrattuali. Al termine del nostro intervento è stato individuato tra i dipendenti il nuovo Direttore Generale della società acquisita.

I Risultati ottenuti

Il Gruppo italiano acquirente ha ottenuto il vantaggio di una gestione accurata e controllata del processo di acquisizione, rispettando il timing prefissato e giungendo al closing dell’operazione in due mesi dal conferimento dell’incarico a CONTRACT MANAGER. La presenza costante e
assidua in loco del temporary manager ha permesso il mantenimento della normale operatività della società durante le delicate fasi della trattativa, senza effetti negativi sul conto economico. Un adeguato approccio multiculturale ha evitato controversie con i dipendenti, i collaboratori, la forza
vendita, i clienti e i fornitori.

Oggi l’azienda australiana, con il nuovo Direttore Generale, si è integrata nel Gruppo e continua a operare con ottimi risultati in Australia e Nuova Zelanda.

Menu