La ristrutturazione di un’azienda in crisi

Problema

Azienda fondata da un artigiano meccanico, che nel giro di pochi anni la porta alla leadership europea nella costruzione di impianti e macchinari per l’industria del legno. Negli anni la crescita del fatturato va di pari passo con l’incremento degli utili e con il rafforzamento della struttura finanziaria e patrimoniale. Poi però il meccanismo si inceppa.

L’innovazione nelle macchine e negli impianti si riduce, la concorrenza aumenta, puntando sui prezzi, sul servizio di montaggio e su rapidi tempi di consegna. Cominciano così i primi problemi, che gradualmente portano la società a una situazione di grave crisi economica e finanziaria

Soluzione

La Proprietà chiama Contract Manager s.r.l. per effettuare un check-up e per valutare le possibilità di risanamento dell’azienda. Il check up dà esisto positivo, viene inserito un contract manager con il ruolo di direttore generale, con l’obiettivo di risanare la società. Come condizioni per la ristrutturazione vengono poste da una parte la modifica del Consiglio di Amministrazione con la riduzione a tre membri e la nomina di un nuovo Amministratore Delegato facente parte della famiglia e dall’altra una significativa ricapitalizzazione per ridare equilibrio finanziario alla società e ridurre gli oneri finanziari. Queste due condizioni, che vengono rispettate dalla Proprietà, permettono all’azienda di ottenere un importante finanziamento a lungo termine da parte di un primario istituto di credito di medio termine.

Il nostro contract manager rivede completamente il ciclo produttivo, puntando sulla esternalizzazione delle lavorazioni meccaniche e tenendo all’interno l’assemblaggio, il collaudo e il montaggio dell’impianto presso il cliente. Interviene anche sulla struttura dei montatori esterni, creando una cooperativa collegata alla società e formata da ex dipendenti specializzati. Altro importante passo è l’inserimento di alcuni project manager per seguire le varie tipologie di commesse e l’impianto di un sistema di contabilità di commessa collegato al budget economico e finanziario. Unitamente a queste interventi interni, il contract manager mette in atto una politica commerciale aggressiva, che permette di conquistare nuove quote di mercato e di rivitalizzare l’immagine del marchio che, un tempo conosciuta e apprezzata, si era andata decisamente appannando. Al termine dell’intervento di tre anni l’azienda è risanata e la gestione operativa viene passata nelle mani dell’Amministratore Delegato, che ha seguito l’intero processo di ristrutturazione.

L’Amministratore Delegato, una valida signora di estrazione amministrativa, dopo il nostro intervento sviluppa la società, che ha acquistato l’antico splendore, portandola a raggiungere la seconda posizione a livello mondiale nel settore.

Proprio recentemente la società ha festeggiato i suoi 50 anni di attività.

L’intervento di Contract Manager s.r.l. ha quindi permesso alla Proprietà di mantenere il pieno controllo sulla società di famiglia evitando di finire in mano a gruppi diversificati stranieri o a speculatori del mondo della finanza aggressiva.

Richiesta info veloce