Passaggi generazionali - Family business

In Contract Manager s.r.l. esiste probabilmente uno dei primi centri studio in Italia del problema del passaggio generazionale, tema affrontato da alcuni nostri manager all’inizio degli anni ’80. Infatti datano a quegli anni i primi articoli scritti per Harvard Espansione e per Il Sole 24 Ore.

Negli anni ’90 molti interventi di temporary management avevano a che fare con il problema dei figli degli imprenditori, col problema della successione, come erroneamente si chiamava in quegli anni. Pubblicammo infatti nel 1997 per l’Editore Sole 24 Ore il libro “Imprenditore Nato, come salvare l’azienda dai padri e dai figli”, libro che fissava su carta, con uno stile semplice ed efficace il know how acquisito in Contract Manager s.r.l. grazie alle decine e decine di casi di gestione di imprese di famiglia.
Il libro ebbe un certo successo e certamente contribuì a modificare i modelli di approccio al problema: non più successione, ma continuità; scelta tra i figli dell’imprenditore; esperienza di lavoro fuori dall’azienda di famiglia; studi all’estero; graduale inserimento; staffetta con il genitore; programmazione del passaggio e scelta del leader del futuro, tutti concetti ormai accettati dalla Business Community. Tant’è che Imprenditore Nato uscì in II edizione nel 2003 con il sottotitolo “come dare continuità all’azienda di famiglia” e la prefazione di Alberto Falk, superando in totale le 11.000 copie e diventando un “evergreen” sul tema del passaggio generazionale.

Quando ricorrere a Contract Manager s.r.l. per affrontare il problema?

Quando la situazione familiare non è chiara, quando all’interno dell’azienda sono presenti diversi membri di diverse generazioni, quando non si è ancora fatta la scelta del leader del futuro, quando il genitore di prima o seconda generazione non ha ancora deciso di preparare il passaggio generazionale, quando l’azienda va ancora bene e non è entrata nella spirale perdite-debiti, quando è ancora possibile intervenire per salvare il patrimonio e dare continuità all’azienda di famiglia.

E come intervenire?

Inserendo all’interno dell’azienda un direttore generale di Contract Manager s.r.l., che faccia da ponte tra le generazioni e che gestisca l’azienda verso la transizione manageriale, formando il figlio designato e strutturando managerialmente la società.

La durata del supporto è compresa tra i 6 e i 24 mesi.